domenica 22 ottobre 2017

Nuvola più ... nuvola meno ... per il Re non conta ...



Ieri ho incontrato tua madre ...  sempre di corsa, sia lei che io!
I suoi occhi, i miei occhi
Entrambe ti abbiamo negli occhi per motivi diversi che diventano uno solo, immediatamente: non ci sei più, sei chissà dove tra quelle nuvole, e magari ci guardi.
Tuo fratello è ad Amsterdam, tanto per cambiare, come se quel posto del cavolo cancellasse gli affanni, lenisse il dolore dei fallimenti e delle indecisioni, dipingesse altri volti su quello di un padre inesistente e una madre presente o di un fratello in volo. 
Ad Amsterdam ci sono le nuvole belle come queste? Ma che importa? Goditi l'oceano o mio Re delle nuvole!

giovedì 14 settembre 2017

Il senso dell'infinito




Piscina .... 
giochi in acqua .... 
un pensiero al mare .... 
ma al di là c'è l'oceano!
Senso di infinito
Momento definitivo
Parto per il mio viaggio
Difficile che io torni
Non tornerò a casa dall'oceano
Non ci torno e basta
Sarò lontana
Sarò me stessa

( Piscina di un resort a Pigazzano di Travo, Piacenza )

mercoledì 28 giugno 2017

Dedicata







E ti diranno parole rosse come il sangue
Nere come la notte 
Ma non è vero, ragazzo
Che la ragione sta sempre col più forte 
Io conosco poeti 
Che spostano i fiumi con il pensiero 
E naviganti infiniti 
Che sanno parlare con il cielo
Chiudi gli occhi, ragazzo
E credi solo a quel che vedi .
Stringi i pugni, ragazzo
Non lasciargliela vinta neanche un momento
Sogna, ragazzo sogna 
Quando sale il vento 
Nelle vie del cuore 
Quando un uomo vive per le sue parole
Non lasciarlo solo contro questo mondo 
Non lasciarlo andare, sogna fino in fondo 
Fallo pure tu
Sogna, ragazzo sogna 
Quando cade il vento ma non è finita 
Sogna, ragazzo sogna
Non cambiare un verso della tua canzone 
Non lasciare un treno fermo alla stazione 
Non fermarti tu
Lasciali dire che al mondo 
Quelli come te perderanno sempre 
Perchè hai già vinto, lo giuro
E la vita è così forte
Che attraversa i muri per farsi vedere 
La vita è così vera 
Che sembra impossibile doverla lasciare 
La vita è così grande 
Che quando sarai sul punto di morire 
Pianterai un ulivo
Convinto ancora di vederlo fiorire
Passeranno i giorni 
Passerrà l'amore
Passeran le notti 
Finirà il dolore
Sarai sempre tu
Sogna, ragazzo sogna 
Nella mia memoria
Dentro questa storia
Sogna, ragazzo, sogna
Ti ho lasciato un foglio 
Sulla scrivania
Manca solo un verso 
A quella poesia
Puoi finirla tu!


( Roberto Vecchioni - Venezia, canale a Cannaregio )

sabato 29 aprile 2017

Primavera sul lago




"........ ogni tanto mangio un fiore, lo confondo col tuo amore

come è bella la natura, come è bello il tuo cuore ......."

Coppia di Germani reali su un prato, al lago d'Idro ( BS )

domenica 18 dicembre 2016

Melanzane & CO


Mi è venuta la fissazione
una specie di tarlo
che si autoinvita al mio desco
Ogni volta che faccio la spesa
il tarlo ammonisce!
E il dubbio si fa strada: da dove viene la melanzana rossa e tonda??

Questa luminosa bellezza viene da Rotonda in Basilicata
e la sua storia è una specie di favola

Arrivata coi superstiti delle campagne africane d'Etiopia
giunta con gente mezza morta di stenti alimentari
si è trovata una nicchia calda e secca
nei terreni lucani
ed ora è una regina
del gusto!


Foglie




Per terra, sono con gli occhi per terra
Occhi bassi ed umili, 
occhi sulle foglie morte accolte dal porfido.




domenica 23 ottobre 2016

Parla con me




Parlami
Dimmi dove sei
Dimmi che fai
Che luce vedi
Sai che ho parlato di te con la nonna? 
Sai che piangeva ... che non smetterà mai!!
Io, dal canto mio, ho un pianto dentro
Un pianto di madre


Ciao, Sebastiano ... ma in quale nuvola sei stavolta??

( Un fantastico tramonto ligure )